"Sira" domenica 21 febbraio

Siraweb

Per la rassegna "Alta la guardia" a cura del Teatro delle Forche, la compagnia calabrese Dracma porta in scena lo spettacolo "Sira".
Di Tino Caspanello. Regia di Andrea Naso. Con Tino Calabrò e Andrea Naso.
Con il patrocinio di Libera - Coordinamento provinciale di Vibo Valentia.
"Un appuntamento al buio. Un appuntamento comandato, apparentemente casuale, in cui c'è un ordine da eseguire, una commissione, che si rivelerà essere una specie di iniziazione, alla quale non ci si può sottrarre, perché gli ordini vanno eseguiti, soprattutto quando arrivano dall'alto, da un "alto" che, incurante di etiche, affetti, legalità, costruisce il mondo secondo la logica spietata della sopraffazione.
Due uomini, uno molto giovane, l'altro adulto, due generazioni a confronto, che si guardano al buio come due lottatori su un ring. Vittima e carnefice allo stesso momento.
Nel passato dei due, si scopre, che le scelte dell'uno hanno avuto effetti sulle scelte dell'altro e viceversa, un filo sottile nell'ordine del rapporto causa effetto che applicato ai sentimenti umani si assottiglia sempre più.
Adesso, la vita ripropone quel bivio: il destino di uno dipende dalla scelta dell'altro, una scelta interiore che potrebbe rafforzare, oppure rompere definitivamente, attraverso la disubbidienza, quel tragico filo che ci lega ad una cronaca quotidianamente violenta.
Il dialogo sviscera una dipendenza umana universale, quasi una simbiosi: il professore e l'alunno, il padre e il figlio, l'uomo maturo e l'adolescente, la certezza e il dubbio, la forza e l'incertezza, finché la strada della vita non ci presenta il "bivio", la scelta decisiva. Si vince solo se si trova la forza di dire di no agli eventi della vita, quasi sempre determinati dalla volontà di qualcuno.


Questo testo sottolinea l'importanza dei settori educativi nelle istituzioni e la capacità di incidere positivamente nella vita di un adolescente ancor più di un genitore, quando questo, disattento o deviato, arriva al punto di non "conoscere" il proprio figlio e le sue attitudini. Allora "il professore" può esser tutto o niente e in entrambi i casi sarà determinante nel percorso educativo ed umano dell'alunno.
La mafia è "Forma Mentis", dunque idea, e con le idee, solo con quelle, è possibile vincerla".
Info e prenotazioni: 0998801932/3497148766.
Biglietto intero: 10 euro / ridotto: 8 euro. Card LégamInT. (valida per 10 accessi): 50 euro.

  • Creato il .
  • Visite: 6037

Teatro delle Forche. All rights reserved.
Powered by Jackalope.it.